Spedizione gratuita in tutta Italia per ordini superiori a 59€, anche con pagamento in contrassegno

A cura della Dott.ssa

Stefania Niglio

Sono una biotecnologa per la salute, specializzata in biotecnologie del farmaco. Sono a capo del Brand WOW Effect e ho una grande passione per la ricerca. Da piccola il mio libro preferito era "Il libro dei perché". Sono curiosa e testarda. Mi piace viaggiare e credo nel valore della famiglia. Sono mamma di Alessandro e Sabrina.

Siliconi e Salute

Con questo articolo inizio ad affrontare un argomento piuttosto “spinoso”, quindi per non tediarvi con un pezzo di 6 pagine, lo affronterò in due puntate.

Quando ci sono delle credenze popolari ben consolidate, anche se sono convinzioni del tutto infondate e senza dati scientifici a supporto, è molto difficile fare cultura.

E’ per questo motivo che prima di scrivere questo articolo ho fatto una ricerca nella letteratura internazionale, per presentarvi dei dati e raccontarvi sinteticamente alcuni studi che hanno attirato la mia attenzione.

Perché mi interesso dei siliconi? Perché sono presenti nei cosmetici, e negli ultimi anni ho visto spesso demonizzarli senza motivo.

I primi “nemici” dei siliconi sono i sostenitori della cosmetica green-bio, che imputano a queste sostanze gran parte dei mali di questo pianeta: animali che si estinguono, oceani che si inquinano, ci manca solo che gli affibbiamo pure lo scioglimento dei ghiacciai e il quadro è completo.

Scherzi a parte, vediamo di capirci qualcosa.

 

I siliconi si chiamano così per la loro struttura chimica, in cui si alternano Silicio e Ossigeno. Sono prodotti di sintesi ottenuti dalla sabbia o dal quarzo, tra i minerali più abbondanti sulla terra (quindi sfatiamo il primo falso mito: NON sono prodotti petrolchimici derivati dal petrolio).

I siliconi sono polimeri inorganici sintetici, disponibili in diverse forme (liquidi, emulsioni, composti, lubrificanti, resine, elastomeri, plastiche) con proprietà idrorepellenti, antistatiche, resistenti alle alte temperature e all’invecchiamento, chimicamente inerti.

Quella dei siliconi è una famiglia molto vasta, che comprende un’infinità di molecole diverse, con differenti caratteristiche chimico fisiche. Il dizionario INCI documenta oltre 500 derivati di materiali siliconici.

Perché vengono messi nei cosmetici? I siliconi servono a conferire una texture vellutata al cosmetico che li contiene. Conferiscono una scorrevolezza unica nel panorama degli ingredienti cosmetici, inavvicinabile per qualsiasi prodotto naturale.

 

I siliconi non si usano solo in cosmetica, ma anche in medicina.

Alcuni elastomeri di silicone sono utilizzati in dispositivi medici come i tubi per la circolazione extracorporea o i conduttori di pacemaker, a causa della loro eccellente biocompatibilità, della bassa reattività chimica e della bassa energia superficiale e idrofobicità.

 

Molti i gruppi di ricerca che studiano da anni le potenzialità dei siliconi.

 

Il gruppo del Dr. Beeckman ha confrontato l’efficacia di una salvietta per la cura della zona perineale in confronto agli standard (acqua e sapone a pH neutro) nel prevenire e trattare la dermatite associata ad incontinenza (IAD). Il prodotto sotto studio è un panno morbido pre-umidificato, contenente dimeticone al 3%, con capacità detergenti, idratanti e di protezione (Comfort Shield Perineal Care Washcloth Dimethicone 3%, Sage Products Inc, Cary, Illinois). Uno scolorimento della pelle nella zona perineale è stato osservato in circa 1 paziente su 4 (sperimentale 27,9%, controllo 25,0%, P .15). Un aspetto della pelle iperidratato è stato segnalato nel 17,7% dei partecipanti del gruppo sperimentale, al contrario la prevalenza di IAD è aumentata nel gruppo di controllo. Questo studio ha confermato come il dimeticone risulta essere un silicone che presenta proprietà benefiche nella cura e nella protezione della pelle, determinando una riduzione della gravità delle lesioni indotte dalla IAD.

 

Lo studio condotto da Lee et al. ha valutato l’effetto nel mantenere l’integrità della pelle, compresa la prevenzione nelle lesioni indotte dalla pressione (PI) di un prodotto in schiuma contenente silicone in pazienti in terapia intensiva. Inoltre ha valutato il parametro associato all’umidità subepidermica (SEM) per la prevenzione dello sviluppo delle PI e dello sbiancamento dell’eritema. Dai risultati ottenuti si è dimostrato che erano presenti meno PI (1 vs 9) e meno incidenze di eritema da sbiancamento (5 vs 6) nel gruppo di intervento con il prodotto rispetto al gruppo di controllo. I risultati hanno dimostrato che le medicazioni in silicone (Allevyn Gentle Border, Smith & Nephew) sono stati utili per ridurre l’incidenza di PI e l’insorgenza di eritemi, inoltre hanno valutato come l’indice SEM potrebbe essere un indicatore per rilevare le lesioni tramite la discriminazione visiva durante la diagnosi.

 

Un ulteriore studio condotto dal gruppo del professore Santamaria ha confermato il ruolo del silicone come protettore dell’integrità della barriera dermica del tallone in pazienti traumatizzati e in condizioni critiche nell’unità di terapia intensiva. I risultati ottenuti da 150 pazienti selezionati dimostrano che nessun paziente ha sviluppato ulcere da pressione (PU) nella coorte di intervento rispetto a 14 pazienti nella coorte di controllo che hanno sviluppato un totale di 19 lesioni del tallone. I risultati forniscono quindi ulteriori prove a supporto dell’uso della schiuma contenente silicone come azione preventiva nelle ulcere in pazienti ospedalizzati.

 

Insomma, prima di demonizzare i siliconi con generalismi infondati forse conviene documentarsi.

Con questo articolo volevo cominciare a smontare una credenza popolare ingiustificata: i siliconi non sono tutti dannosi e pericolosi.

Come avrete potuto leggere dagli estratti degli studi riportati sopra, alcuni siliconi hanno applicazioni utili e importanti per la salute umana.

Articoli Correlati

Prodotti Anti-Age

Con il trascorrere del tempo, ogni donna e ogni uomo vanno incontro ad un processo di invecchiamento lento che si manifesta con la comparsa delle rughe, secchezza cutanea, riduzione del tono e dell’elasticità della pelle, ipercheratosi (ispessimento della cute) e formazione di macchie pigmentate sulla cute (denominate anche “macchi senili”).

Leggi Tutto »

Il Siero può sostituire la Crema

Con questo articolo smonterò un’altra certezza erroneamente consolidata del mondo beauty. Sono consapevole che molte di voi sono in disaccordo e hanno sgranato gli occhi al sol pensiero di aver acquistato due prodotti quando bastava comprarne uno.

Leggi Tutto »