Spedizione  gratuita per ordini superiori a 59€

A cura della Dott.ssa

Stefania Niglio

Sono una biotecnologa per la salute, specializzata in biotecnologie del farmaco. Sono a capo del Brand WOW Effect e ho una grande passione per la ricerca. Da piccola il mio libro preferito era "Il libro dei perché". Sono curiosa e testarda. Mi piace viaggiare e credo nel valore della famiglia. Sono mamma di Alessandro e Sabrina.

Parabeni cosa sono e perchè evitarli

Una delle scene che mi è rimasta maggiormente impressa della mia carriera universitaria ha come sfondo una mattina di primavera. Era fine marzo, le porte delle grandi aule iniziavano a restare aperte per fare entrare aria fresca, cominciava finalmente il Corso di Farmacologia (la mia materia preferita).

Il Professore entrò nell’aula affollata, si presentò e recitò questa frase:

“Omnia venenum sunt: nec sine veneno quicquam existit. Dosis sola facit, ut venenum non fit.”

Traduco per chi non ha fatto il liceo: “Tutto è veleno, e nulla esiste senza veleno. Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto.”

Il Prof. (che già adoravo dopo 5 minuti) citava Paracelso, che nel lontano 1500 aveva già intuito il ruolo della “dose”. Potremmo dire che la farmacologia è partita da lì: ogni sostanza dà un effetto a determinate concentrazioni e risulta innocua ad altre.

Certo, esistono i fenomeni di assuefazione, la variabilità intra-individuale e inter-individuale, ma magari ne parliamo un’altra volta.

Vorrei soffermarmi adesso su un aspetto: una sostanza dannosa per la salute può manifestare i suoi effetti nocivi anche nel tempo, non è detto che ti stecchisca alla prima somministrazione, insomma. Sono in realtà molte di più le sostanze che provocano danni lentamente, applicazione dopo applicazione.

La cosmetica “free” probabilmente ha avuto inizio con “questo prodotto non contiene parabeni“. Ormai la frase è così scontata che quando leggiamo la scritta sulle confezioni di cosmetici, shampoo, deodoranti e creme quasi non ci facciamo più caso. Tutti – o quasi – ormai sono rigorosamente paraben free”. O almeno, assicurano di esserlo. Ma i parabeni cosa sono? Tutti i parabeni fanno male? E quali sono i parabeni dannosi? Vediamo di fare chiarezza.

I parabeni sono composti chimici ampiamente usati nei cosmetici e nei prodotti per l’igiene personale, come creme e tinture. Sono potenti battericidi e fungicidi che consentono ai prodotti di essere conservati per mesi o anni. Quando il sigillo di sicurezza posto sulla confezione viene rotto, all’interno della stessa è altamente probabile che entrino funghi o germi colpevoli di contaminare il prodotto e di avviare la “clessidra” del tempo in cui possiamo utilizzare quella determinata referenza.

L’aggiunta di parabeni risulta necessaria alla conservazione di molti cosmetici e, a volte, può risultare “ancillare” alla loro efficacia. La comunità scientifica si è occupata a lungo dei parabeni evidenziando come queste sostanze si accumulano nell’organismo e risultano fortemente pericolose per la salute dell’uomo.

Molti studi hanno evidenziato un coinvolgimento importante dei parabeni negli effetti estrogeno-simili che sono sotto accusa nell’aumento dell’incidenza del carcinoma della mammella. Questi additivi chimici, in parole povere, sarebbero cancerogeni, in grado cioè di favorire l’insorgenza di tumori in varie parti del corpo, soprattutto al seno e alla pelle. Nonostante non esista ancora uno studio che in maniera dettagliata sostenga la correlazione dello sviluppo del cancro al seno e l’uso di prodotti che contengono queste sostanze, sono molti i Paesi europei che hanno deciso di regolamentare la concentrazione di parabeni nei prodotti cosmetici. La soglia autorizzata è dello 0.4% per ciascun parabene e dello 0.8% per l’associazione di parabeni differenti. In realtà, in alcuni Paesi (nonostante si sia fissata questa soglia percentuale) sono stati vietati categoricamente i parabeni soprattutto in alcuni prodotti come quelli per bambini. Inoltre, sono molti i laboratori cosmetici che hanno scelto di procedere con una sostanziale sostituzione dei parabeni nei loro prodotti con altri conservanti.

Per identificare questi prodotti e rassicurare la clientela, questa scelta viene garantita attraverso la dicitura “paraben free” nelle etichette.

Perché usare prodotti senza parabeni?        

Oltre a quelli precedentemente elencati, il motivo principale per cui oggi gli esperti consigliano di eliminare i parabeni dai prodotti cosmetici (e non solo) è che questi possono provocare una reazione allergica sulla pelle come la dermatite da contatto che si manifesta con rossore e prurito, un fastidio talvolta invalidante per molte delle attività quotidiane. Spesso la reazione non si verifica già dalla prima applicazione, ma compare se il prodotto contenente i parabeni viene utilizzato per un arco di tempo prolungato. Tuttavia, non tutti i parabeni sono nocivi per la salute e per l’organismo. La tossicità infatti è imputata (al momento) solo ad alcuni tipi specifici, tra cui l’isopropilparabene, l’isobutilparabene, il fenilparabene, il benzilparabene e il pentilparabene.

Il propilparabene e il butilparabene sono consentiti solo in concentrazioni pari ad una percentuale dello 0,14%. Per legge, l’assenza di parabeni deve sempre essere indicata sulle confezioni dei prodotti con la dicitura paraben free. Tuttavia, oltre ai parabeni, prodotti come bagnoschiuma, dentifricio, tinture e creme per capelli possono contenere altre sostanze che potrebbero risultare nocive e provocare danni all’organismo. È per questo che gli esperti consigliano di controllare l’etichetta del prodotto che riporta tutti i singoli ingredienti.

WOW Effect è una linea di cosmetici formulata senza parabeni e non solo. I prodotti sono privi di tutti gli eccipienti e le sostanze particolarmente e comunemente allergizzanti come paraffina, oli minerali, profumo, lanolina, SLES & SLS. Sono inoltre Nickel Tested e microbiologicamente e dermatologicamente testati.

Articoli Correlati

La skincare riguarda uomini e donne

In questo articolo vorrei chiarire due cose:
La cura della pelle (o ”skin care” come si usa dire oggi) riguarda non solo le donne ma anche gli uomini.
Gli uomini possono utilizzare gli stessi cosmetici che usano le donne.

Leggi Tutto »

La ginnastica facciale

Le rughe sono solchi che testimoniano l’invecchiamento della nostra pelle. Rappresentano il nostro passato, eppure facciamo davvero molta fatica ad accettarle. L’invecchiamento cutaneo è un processo fisiologico del tutto naturale che interessa tutti gli individui.

Leggi Tutto »