Home/I consigli di Matilde, غير مصنف/Sfatiamo i falsi miti per superare la prova costume

Cari amici,

siamo talmente tanto concentrati a cercare qualsiasi rimedio o formula magica per arrivare in perfetta forma sulla spiaggia che spesso scivoliamo in falsi miti.

Vediamo insieme di cosa fidarsi e di cosa no.

 #Ananas brucia grassi – FALSO I dati dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) ha, purtroppo dimostrato, che il gustoso frutto non ci potrà tenere lontano dalla palestra L  L’ananas ha innumerevoli proprietà nutrizionali, è un frutto composto per l’86,4% di acqua e particolarmente ricco di calcio, potassio, fosforo, zuccheri semplici e vitamine A e C. Inoltre, associando le sue capacità digestive e nutritive ad un basso contenuto calorico, questo frutto sembra essere particolarmente adatto a chi voglia mantenere un regime dietetico ipocalorico. Purtroppo però, nonostante tutte le proprietà nutritive non brucia i grassi, questa falsa credenza deriva dalle  proprietà della bromelina che è in grado di scomporre le proteine contenute negli alimenti, favorendone un corretto assorbimento e velocizzando la digestione e il metabolismo. Infatti l’Ananas è uno dei pochi frutti, insieme alla mela verde, che si può assumere subito dopo il pasto. WOW Effect Dren Giorno e Notte grazie all’alta concentrazione dei principi attivi come la bromelina, la papaina e l’Ippocastano aumenta il metabolismo delle proteine, L’ippocastano inoltre contribuisce alla regolare funzionalità del microcircolo.

#La birra gonfia – FALSO. La birra non gonfia se si versa correttamente in modo da sviluppare la giusta quantità di schiuma. La schiuma è fatta di bollicine di anidride carbonica che si sviluppano naturalmente durante la fermentazione dei cereali. Se versata correttamente, con una schiuma ben compatta ed alta più o meno due dita, in questo modo si diminuisce l’anidrite carbonica e con la giusta quantità di bollicine la birra è più buona e meno gassata. La schiuma della birra è  un “filtro naturale” attraverso il quale riusciamo ad apprezzare in modo graduale ed elegante gli aromi del luppolo e del malto che valorizzano il caratteristico gusto amarognolo della birra. La schiuma infine protegge la birra dall’ossidazione, mantenendone integri nel tempo aromi e fragranze, amplificandone la piacevolezza e rendendola così più buona e digeribile.

#Non ci si abbronza con la protezione – FALSO  “Sulla pelle ci sono delle proteine strutturali che tendono a rovinarsi in presenza di dose eccessiva di calore, causando invecchiamento” –l’Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani (ADOI). inoltre, una scottatura solare è sempre sgradevole e pericolosa, soprattutto se avviene in giovane età. L’abbronzatura ottenuta con un filtro solare è più duratura e scura. Dunque, prima di dedicarsi anima e corpo alla tintarella, è meglio fare chiarezza sui criteri per un’abbronzatura più sicura.

 

Buon fine-settimana di mare a tutti 🙂

 

About the Author: